Lavori in corso – Il gabbia – no

Il gabbia – no.

(Dal mio nuovo romanzo ancora in corso d’opera)


Il nome stesso è un’ invocazione alla libertà.
Un’ esortazione a liberarci da tutte le gabbie mentali che ci rendono schiavi di noi stessi.
Osserviamo attentamente la gabbia che ci siamo autocostruiti con i nostri presupposti limitanti.
Quindi?
Smettiamo di lamentarci attribuendo agli altri, alla società in cui viviamo tutte le colpe del nostro sentirci inadeguati.
Fortifichiamo il nostro scarso potere personale senza più subire intromissioni interiori.
Togliamo tutti gli strati di informazioni confuse che abbiamo accumulato nel tempo e ripuliamoci dalla paura di essere giudicati dagli altri.
Preoccupiamoci solo dell’unico giudizio che conta e che non appartiene agli uomini.
Ritrovare l’umanità nella nostra imperfezione è la sola dignità di esistere.